Negoziazione

Negoziazione Assistita e Diritto Collaborativo

La Mediazione familiare consente ai coniugi di esplorare le necessità reciproche e gli interessi, per organizzare un accordo pienamente soddisfacente sul profilo emotivo ed economico. La Mediazione familiare trova posto anche nella Negoziazione assistita perché consente ai coniugi di chiarire i loro conflitti emotivi e consente agli avvocati di concentrare la loro attenzione sul contenuto giuridico ed economico della separazione e del divorzio.

Nella Mediazione civile un terzo imparziale, consente alle parti di dialogare

Le recenti modifiche apportate nel 2014 al codice deontologico dal Consiglio Nazionale Forense evidenziano la necessità di esercitare la propria professionalità, concentrandosi non tanto su elaborate costruzioni tecnico-giuridiche ma sulla necessità di risolvere i conflitti. Prevenire ed evitare i conflitti è un dovere di ciascuno verso la collettività : favorire la negoziazione, individuare le priorità su cui discutere , cercare punti di incontro e soluzioni condivise è un metodo che induce benessere sociale.

Il diritto collaborativo è un procedura multidisciplinare che, impegnando più professionalità, si propone di raggiungere un accordo stabile attraverso  un diverso approccio al diritto (umanistico ed interdisciplinare). Punto di forza è la cooperazione tra avvocati, psicologi, mediatori,

Joomla templates by a4joomla