Il D.L. 132/2014 (art. 3) impone di tentare la Negoziazione assistita prima di incardinare un giudizio in materia di:
• Risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti.
• Pagamento di somme entro 50.000,00 €.
Il D.Lgs. 28/2010 (art. 5, c. 1 bis) impone di tentare la c.d. Mediazione obbligatoria prima di incardinare un giudizio in materia di:
• Diritti reali (proprietà, usufrutto, servitù, usucapione, ecc.).
• Condominio.
• Locazione.
• Comodato.
• Patti di famiglia (trasferimenti dell'impresa familiare).
• Responsabilità medica e sanitaria.
• Divisione.
• Successioni ereditarie.
• Affitto di aziende.
• Diffamazione.
• Contratti assicurativi, bancari e finanziari.
La legge, in tutti questi casi, impone di tentare una strada amichevole (Negoziazione assistita o Mediazione stragiudiziale) perché le liti suscitano emozioni negative, che impediscono alle persone di ragionare lucidamente e, quindi, di scegliere soluzioni migliori di quelle imposte da un giudice.
 

Joomla templates by a4joomla